CANOSA SI RACCONTA

il libro è disponibile per i residenti a Canosa di Puglia presso:

- Antica Libreria del Corso, in Vico Mario Pagano 36
- Stella Ufficio in Via Savino di Bari 45
- Le cadeau in Via Bovio, 8.



per i non residenti a Canosa di Puglia
compila il form con tutti i tuoi dati, effettua la tua donazione di 10 euro all'IBAN IT13A0860641400000000002751
della Fondazione Archeologica e riceverai il libro direttamente al tuo indirizzo indicato.

Effettua la tua richiesta


OPPURE
iscriviti alla "Fondazione Archeologica Canosina" e riceverai tutte le nostre pubblicazioni e diventa protagonista della storia della tua città

Clicca qui

01-BOLLETTINO-APRILE-2009
02-BOLLETTINO-LUGLIO-2009
03-BOLLETTINO-OTTOBRE-2009
04-BOLLETTINO-GENNAIO-2010

05-BOLLETTINO-APRILE-2010
06-BOLLETTINO-LUGLIO-2010
07-BOLLETTINO-OTTOBRE-2010
08-BOLLETTINO-GENNAIO-2011

10-BOLLETTINO-LUGLIO-2011
11-BOLLETTINO-DICEMBRE-2011
12-Bollettino-APRILE-2012
13-BOLLETTINO-LUGLIO-2012

14-BOLLETTINO-DICEMBRE-2012
15-BOLLETTINO-APRILE-2013
16-BOLLETTINO-GENNAIO-2014
17-BOLLETTINO-APRILE-2014

18-Bollettino-Luglio-2014
Canosa-nel-mondo-130×180-V

PREMESSA
La F.A.C. , allo scopo di riportare alla memoria dei suoi lettori, soci, e di tutti i cittadini, i numeri di “Tu in Daunios”, ha deciso di pubblicarli on line sui social. Questa iniziativa ha lo scopo di dare la possibilità a chiunque lo voglia di rileggere o leggere, per chi non lo abbia fatto, tutti i 19 numeri e alla fine scaricare tutte le pubblicazioni in un’unica raccolta.

IL PERCHÉ DI “TU IN DAUNIOS”

Quando nel 1993 si costituì la Fondazione Archeologica Canosina, l’archeologia era intesa più come un fastidio che non come una fonte di sviluppo economico per la nostra città. Con il passare degli anni attorno alla nostra storia e al nostro passato l’attenzione di tanti si è fatta man mano sempre più incalzante. Le nostre notizie, che grazie all’ospitalità delle testate giornalistiche e dei media del territorio raggiungono anche i nostri associati, non riescono da sole a sopperire a questa sete d’informazioni. Ma la richiesta d’informazioni, di notizie, la voglia di conoscere cosa succede nella nostra Canusium è tale che ci ha indotti a realizzare questo bollettino trimestrale.
Ospiti di questo strumento d’informazione saranno, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, le Soprintendenze, le forze dell’Ordine impegnate nella tutela e salvaguardia del nostro patrimonio, le Università, gli Istituti scolastici e tutti gli studiosi e associazioni che vorranno avvalersi di questo strumento di divulgazione. Speriamo di riuscire nell’intento di avvicinare ancor più la gente alle problematiche dell’archeologia a Canosa e tentare in questo modo, tutti assieme, di recuperare quel gap che per molti, tanti, anni non ci ha permesso di “volare alto”. Un grazie al comitato di redazione, Anna Maria Fiore, e Antonio Capacchione che hanno fortemente voluto questa iniziativa, a Francesco Specchio, a Luigi Di Gioia, a Pasquale Terribile ad Elena di Ruvo ed a tutti quelli che hanno collaborato con i loro articoli ed hanno consentito a questo sogno di divenire realtà. Tutti vi saremo a fianco in questa che sicuramente sarà un’altra bellissima e impegnativa nuova iniziativa di questa grande famiglia che è la Fondazione Archeologica Canosina, un grazie anche voi che utilizzerete il vostro tempo, leggendo questo periodico.
Sabino Silvestri

CHE COSA NON È “TU IN DAUNIOS”

“TU IN DAUNIOS” non è un giornale per tutti…, ma di tutti!!...
Di tutti coloro che sono capaci di nuotare nel grande lago dell’Archeologia, di tutti coloro che credono che operativamente si possa e si debba fare di più, di tutti voi, che ci avete dato fiducia e con noi costituite il grande gruppo della F.A.C.
Il rilancio della nostra Canosa passa attraverso l’archeologia, che per una volta può non essere “l’ospite indesiderato”, ma il motore trainante di una economia stagnante.
La storia resta al centro dei percorsi intellettuali e delle strategie formative della nostra cultura, dunque, uno degli obiettivi di questo giornale è senza dubbio creare una “coscienza archeologica” prima e storica poi, che, partendo dalla conoscenza, approdi al rispetto del territorio fino alla sua valorizzazione.
Allora non potevamo non approfondire la conoscenza di S.Leucio e dell’Antiquarium con l’archeologo romano Alessandro D’Alessio.
Conoscere l’intervento di restauro sullo “SCOCCHERA B”. Leggere curiosamente la storia che ha portato al ritrovamento del Crocifisso di Avorio da parte del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri. Vedere la partecipazione dei ragazzi del Liceo Scientifico che a puntate racconteranno in modo semplice la nostra storia. Stupirci per la bellezza della kline, lettofunebre, scavato nel banco tufaceo, della tomba di via Legnano. Tanto ancora aspetta la vostra lettura… La nostra avventura è cominciata, vi aspettiamo…aspettiamo i vostri suggerimenti affinché “TU IN DAUNIOS” diventi davvero il giornale di tutti!!!.
Buona lettura!
Anna Maria Fiore